La psoriasi è un disordine cronico che causa, nei soggetti colpiti, delle lesioni caratterizzate da pelle ispessita con aspetto squamoso bianco-argenteo, spesso associate a prurito.

Si tratta di una malattia autoimmune, non contagiosa, che colpisce 80 milioni di persone in tutto il mondo e, secondo le stime, il 2-3% della popolazione europea.

Vediamo ora quali sono i principali sintomi della psoriasi, le cause e le principali declinazioni di questa patologia.

Ecco come curare la psoriasi individuando i sintomi

Dai sintomi iniziali della psoriasi alle cure, ecco quello che devi sapere su questa patologia che colpisce la pelle.

LEGGI ANCHE – Dermatite seborroica cuoio capelluto

Cause della psoriasi

Prima di illustrare nel dettaglio i sintomi della psoriasi, definiamo le possibili cause scatenanti e il meccanismo che innesca questa patologia.

Come abbiamo accennato, la psoriasi è una malattia autoimmune che si manifesta quando il sistema immunitario si “confonde” e decide di “attaccare” la pelle.

Il risultato dell’attacco è ben visibile e si manifesta con chiazze rosse sulla pelle, spesso coperte da desquamazioni di colore bianco-argenteo.

In linea generale, possiamo riassumere il meccanismo che genera la psoriasi iniziando dall’azione del sistema immunitario, che ha il compito di difenderci da aggressori esterni come batteri o virus. Per errore, nel paziente psoriasico il sistema immunitario attacca le cellule sane della pelle, stimolando la produzione eccessiva di cellule.

Le cause che innescano questo processo non sono molto chiare, ma si pensa che alla base ci sia una combinazione di fattori genetici e ambientali. Sembra che il fattore ereditario pesi molto nello sviluppo della malattia: un paziente su tre ha parenti stretti affetti dal medesimo problema.

Oltre al fattore generico, ci sono altri elementi che espongono al rischio di sviluppare i sintomi della psoriasi, come:

  • Stile di vita (obesità, abuso di alcool, fumo);
  • Presenza di altre patologie;
  • Processi infettivi, come nella psoriasi guttata, causata da un’infezione da streptococco;
  • Stress

Il legame tra psoriasi e stress è piuttosto marcato e sembra ci sia una forte correlazione tra i due elementi.

Psoriasi: come si manifesta

Parlando di psoriasi e sintomi iniziali, la malattia si manifesta con la presenza su alcune parti del corpo di zone tondeggianti di pelle arrossata, ispessita e ricoperta da squame bianco-argentee.

La psoriasi alle mani e sul cuoio capelluto rappresentano le forme più comuni, ma la malattia non è esente dal colpire altre aree come:

  • Gomiti;
  • Ginocchia;
  • Zona lombare della schiena;
  • Viso;Piante dei piedi.

Talvolta le chiazze sulla pelle possono provocare un forte prurito.

I sintomi della psoriasi possono variare in base all’intensità con cui la patologia si manifesta. In genere, si possono distinguere tre gradi di psoriasi, usando come parametro la percentuale di placche sul corpo:

  • Moderata: dal 3 al 10% della superficie cutanea.
  • Leggera: solo poche placche, meno del 3% della superficie cutanea.
  • Severa: più del 10% della superficie cutanea.

È importante sottolineare che la psoriasi non è contagiosa: si tratta di una patologia cronica e recidivante, che può colpire chiunque in ogni momento della vita.

Psoriasi e cure

Ora che abbiamo visto i sintomi della psoriasi, affrontiamo il tema delle possibili cure per la patologia.

Purtroppo non ci sono terapie del tutto risolutive della psoriasi, ma è possibile tenerla sotto controllo e ridurre i sintomi. In questo modo, è possibile limitare il disagio psicologico e fisico che la malattia può provocare in chi ne soffre.

Ci sono diverse terapie utili per agire sulla psoriasi e per definire quella più adatta ad ogni circostanza è necessario un consulto medico specialistico.

La definizione della cura può dipendere da una serie di fattori, come ad esempio:

  • Gravità del disturbo;
  • Estensione delle zone colpite;
  • Tipo di psoriasi;
  • Bontà della risposta alla terapia iniziale.

In generale, può essere utile somministrare dei farmaci per uso topico o ricorrere a trattamenti sistemici.

Se mostri i sintomi della psoriasi e se hai bisogno di una terapia efficace, rivolgiti al nostro studio dermatologico: ti aspettiamo a Roma, in via Cola di Rienzo 212.

Per prenotare il tuo appuntamento, inviaci una mail o chiama lo 06 45471658


Ultime

Terapia fotodinamica in daylight: di cosa si tratta

La terapia fotodinamica in daylight (DL-PDT) è una cura che utilizza la luce solare come fonte luminosa attivante il farmaco per il trattamento efficace delle cheratosi attiniche di grado lieve-moderato.

Si tratta di un metodo utile per prevenire i tumori della pelle causati dalla progressione della  cheratosi attinica. Scoprilo subito.

Invecchiamento della pelle: cronologico o fotoindotto?

L’invecchiamento della pelle non è uguale in tutte le aree del viso e del corpo. Le zone più esposte ai fattori ambientali – in particolare ai raggi UVA e UVB – reagiscono e invecchiano in maniera sostanzialmente diversa rispetto a quelle generalmente più riparate.

Scopri subito quali tipi di invecchiamento ci sono, da cosa dipendono e come intervenire.

Dermoscopia e lenti Dermlite: di cosa si tratta?

 

La dermoscopia (o dermatoscopia o epiluminescenza) è l’analisi delle lesioni cutanee tramite dermatoscopio. Il dermatoscopio è lo strumento che serve allo specialista per poter osservare meglio le strutture cutanee superficiali.

Scopri subito a cosa serve sottoporsi a una dermoscopia e perchè farlo.