La dermoscopia è un esame fondamentale nella diagnosi tempestiva di lesioni cutanee e, più nello specifico, dei tumori della pelle. Si tratta di uno screening che consente di studiare le caratteristiche di formazioni cutanee sospette e di:

  • effettuare uno screening dei nei e una diagnosi precoce del melanoma;
  • fare una diagnosi dei tumori benigni e maligni di natura non melanocitaria;
  • sfruttare un ausilio diagnostico nelle patologie di natura infettiva (verruche virali, condilomi, mollusco contagioso, pediculosi, acariasi, scabbia, onicomicosi,..) e di quelle di natura infiammatoria (psoriasi, lichen, pitiriasi rosea di Gilbert,…);
  • effettuare una diagnosi delle malattie del cuoio capelluto.

Accanto alla diagnosi delle lesioni cutanee pigmentate e non pigmentate, infatti, la dermoscopia viene applicata anche alla diagnosi delle patologie che colpiscono capelli e cuoio capelluto (tricoscopia), anomalie delle unghie, infiammazioni (inflammoscopia) e infezioni e infestazioni cutanee (entomodermoscopia).

I vantaggi

La dermoscopia è un grande alleato della prevenzione che porta con sé numerosi vantaggi perché:

  • non è invasiva ed è totalmente indolore;
  • non manifesta effetti collaterali;
  • consente di formulare una diagnosi precoce;
  • permette di intraprendere un iter terapeutico mirato;
  • riduce le asportazioni chirurgiche non necessarie.

Dermatoscopio analogico e dermatoscopio digitale

Con il dermatoscopio, il dermatologo esplora l’intera superficie della pelle del paziente, esaminando i nevi presenti e mappandoli (da qui il termine mappatura dei nei). Questo strumento può essere analogico o digitale.

La dermoscopia analogica si attua attraverso un dermatoscopio manuale, pratico da maneggiare ed ergonomico, che consente una visione diretta della lesione al solo specialista che la osserva attraverso una lente di ingrandimento per rilevare eventuali lesioni cutanee. Il dermatoscopio analogico non permette per definizione l’archiviazione e il monitoraggio nel tempo delle immagini delle lesioni; tuttavia esiste la possibilità di collegare ad esso una macchina fotografica digitale, al fine di scattare foto e scaricarle poi sul pc.

La dermatoscopia digitale impiega, invece, un dermatoscopio dotato di fotocamera integrata per osservare le lesioni attraverso lo schermo della fotocamera digitale e non attraverso la lente di ingrandimento. In questo modo lo specialista può acquisire immagini dermoscopiche delle lesioni cutanee durante la visita del paziente senza dover usare una fotocamera esterna.

L’archiviazione delle immagini per il confronto delle lesioni e della loro evoluzione nel tempo è una tecnologia molto importante di cui avvalersi per la prevenzione e l’individuazione di casi sospetti. Le foto ottenute vengono numerate a archiviate, in maniera tale da averle disponibili per confronti futuri e per rilevare eventuali cambiamenti di aspetto o dimensione dei nevi, non rilevabili a occhio nudo. È importante infatti riconoscere per tempo la presenza di un neo pericoloso, la sua eventuale asportazione ne previene la degenerazione in melanoma, uno dei tumori della pelle più aggressivi.

Dermatoscopi analogici di ultima generazione e lenti Dermlite

I dermatoscopi manuali di ultima generazione possono essere dotati anche di luce LED (come quelli Dermlite). I modelli più evoluti consentono un’illuminazione polarizzata e non polarizzata, due livelli di luminosità, un ampio campo visivo e due livelli di controllo della correzione del colore della pelle. A differenza dei dermatoscopi analogici tradizionali, che richiedono l’impiego di olio o gel, quelli con luce polarizzata non ne richiedono l’utilizzo perché il particolare filtraggio della luce è in grado di assolvere lo stesso compito dei fluidi di contatto.

I vantaggi della dermatoscopia o dermoscopia a secco con luce polarizzata incrociata effettuata con i dermatoscopi a led di ultima generazione sono:

  • nessuna alterazione della vascolarizzazione
  • rapidità dell’esame
  • massima igiene
  • ottima resa visiva

 In tal modo i colori, la pigmentazione, le infiammazioni, i follicoli e i vasi e tutte le strutture della pelle possono essere esaminate in maniera chiara e nitida.

Se hai effettuato un auto-esame dei nei e hai notato dei casi dubbi oppure se è da tanto che non effettui un controllo accurato della pelle chiamaci e prenota una visita.

Ti aspettiamo a Roma, in Via Cola di Rienzo, 212 al nostro Studio Medico Dermatologia Prati per una visita di controllo. Chiama il numero 06 45471658 e fissa un appuntamento.


Ultime

Dermoscopia e lenti Dermlite: di cosa si tratta?

 

La dermoscopia (o dermatoscopia o epiluminescenza) è l’analisi delle lesioni cutanee tramite dermatoscopio. Il dermatoscopio è lo strumento che serve allo specialista per poter osservare meglio le strutture cutanee superficiali.

Scopri subito a cosa serve sottoporsi a una dermoscopia e perchè farlo.

Nei e melanoma: come distinguere un comune neo da uno a rischio

 

Nei e melanoma è un binomio in stretta correlazione, da monitorare continuamente perché è proprio nell’auto-esame della pelle e nell’individuazione di nei atipici che risiede la principale forma di prevenzione.

Pelle e inquinamento: come proteggersi

Noti la pelle più secca e più spenta? I tuoi capelli tendono a cadere? Sai che l'inquinamento ambientale condiziona la salute della pelle e dei tuoi capelli? Scopri subito come proteggerti e conosci più a fondo lo stretto legame che c'è tra pelle e inquinamento!