Come curare le smagliature: dalla comparsa alla soluzione

Le smagliature, sebbene non provochino conseguenze sulla salute dell'organismo, sono considerate un difetto estetico da combattere strenuamente. All'origine di questi inestetismi vi è una scarsa elasticità della pelle provocata da diversi fattori che si manifesta principalmente su glutei, cosce, seno e ventre. Il termine scientifico esatto è striae distensae e strie atrofiche, ma comunemente chiamiamo smagliature quelle alterazioni cromatiche, longitudinali e atrofizzate, che compaiono sul nostro corpo. L'aspetto è quello di striature localizzate, ma si tratta di vere e proprie cicatrici cutanee dovute alla rottura delle fibre elastiche del derma, sottoposte ad una variazione improvvisa di volume che porta ad una tensione superficiale. Una concausa determinante è lo stiramento dei vasi sanguigni, che impedisce il giusto afflusso di nutrienti alle strutture cutanee.
Ma procediamo per gradi e scopriamone innanzitutto le loro cause.

Seno, fianchi o pancia con smagliature: ecco le cause

Il primo momento decisivo per la comparsa delle smagliature potrebbe essere la pubertà. Durante questa trasformazione ormonale, infatti, gli estrogeni agiscono sulla sintesi del collagene impedendo quindi l'elasticizzazione del derma. Questo spiega perchè ad esserne colpite sono principalmente le ragazze. Altre cause assai diffuse sono il dimagrimento improvviso o la gravidanza. Un'altra categoria di fattori scatenanti potrebbe essere di carattere iatrogeno; in questi casi le strie compaiono soprattutto come conseguenza di un trattamento localizzato a base di corticosteroidi o in zone cutanee sottoposte a stress da suture o interventi estetici. Non è  da trascurare, infine, la componente genetica, sempre determinante.

Come si sviluppa una smagliatura e quando intervenire

Le strie possono assumere colori differenti: da una più rosea ad un'altra più violacea. Il colore varia a seconda delle fasi evolutive dell'inestetismo. Scopriamo come si trasforma una smagliatura e cosa fare per le smagliature ai diversi stadi.

  • Stadio infiammatorio. All'insorgere delle prime strie si possono avvertire prurito e bruciore, sebbene il più delle volte sia una fase asintomatica. Ciò che avviene è che i fibroblasti non producono più le fibre che sostengono la struttura del derma, causandone una trasformazione.
  • Stadio rigenerativo. In questa fase fanno la loro comparsa le prime strie rosso-violacee. Questo è il momento ideale per intervenire con trattamenti e sconfiggere del tutto l'insorgenza degli inestetismi. Si tratta delle comunemente dette smagliature rosse.
  • Stadio di cicatrizzazione. Si formano nuove fibre elastiche e il tessuto si rigenera formando una cicatrice sulla striatura precedente assumendo il colorito biancastro definitivo. Le strie, raggiunto questo stadio, divengono irreversibili e i trattamenti potrebbero solamente attenuare il problema. Stiamo parlando delle smagliature bianche.

Le dimensioni delle smagliature variano con il tempo e con l'evolversi delle fasi. La larghezza può andare da pochi millimetri fino a 2 centimetri; mentre ogni striatura può raggiungere fino a 15 - 20 centimetri di lunghezza.

Rimedi per le smagliature

Come togliere le smagliature è un problema che affligge tanti e il mercato risponde a quest'esigenza con molti prodotti, più o meno validi. Abbiamo detto che lo stadio rigenerativo è quello in cui si può intervenire con successo per sconfessare l'insorgere delle striae distensae. Non esiste una tecnica univoca per il trattamento di questa problematica che, come abbiamo già detto, è risolvibile nella fase rigenerativa e solo minimizzabile in quella della cicatrizzazione. Partendo dai rimedi estetici, sono da considerare:

  • Fotostimolazione LED. Una metodica che si basa sull’uso di particolari lampade, che emettono luci monocromatiche, capaci di stimolare l’attività delle cellule
  • Laser per smagliature. Senza bruciare l'epidermide, stimola la rigenerazione di collagene ed elastina. Si tratta di un'ottima soluzione anche per inestetismi ormai cicatrizzati. Esiste anche una tipologia di laser che aiuta la produzione di melanina, in modo da correggere le discromie cutanee in corrispondenza delle striature;
  • Biorivitalizzazione di acido ialuronico, vitamine, fattori di crescita ;
  • Peeling, che possono agire a diversi livelli di profondità in base alle sostanze impiegate. Tendenzialmente si impiegano alfa- e beta-idrossiacidi che stimolano la rigenerazione cellulare, e dunque la produzione di collagene, rimuovendo allo stesso tempo le cellule deteriorate
  • Infiltrazioni di PRP. Si tratta di un gel piastrinico autologo, ricco di fattori di crescita, che viene iniettato direttamente nella zona interessata;
  • Needling e microdermoabrasioni. Si stimola, attraverso un traumatismo meccanico, la produzione di nuovo collagene ed elastina, che attutiscono il ‘vuoto’ della smagliatura

Ma eliminare le smagliature con il laser o con altre soluzioni micro-invasive non è l'unica soluzione; a livello dermatologico esistono vari tipi di trattamenti. Le sostanze cosmetiche necessarie affinché una crema sia efficace sono  l’acido glicolico,  il collagene e l’elastina. La terapia farmacologica cutanea maggiormente prescritta è la tretinoina in crema a varia concentrazione.  Ricavato dalla vitamina A, questo acido stimola la produzione di collagene, la sintesi di nuovi vasi, migliorando l'aspetto della cute.

Prevenire smagliature in gravidanza

Se in gravidanza, l’aumento degli ormoni provoca una super-idratazione a favore anche dell'aspetto della pelle, allo stesso tempo esso causa molto stress alle fibre elastiche dermiche. Non solo il ventre, ma anche il seno, i fianchi, sono coinvolti dalle smagliature,  una delle conseguenze più comuni sul fisico di ogni donna in dolce attesa. È tuttavia possibile contrastare il processo di comparsa e cicatrizzazione di questi inestetismi seguendo alcuni accorgimenti. Innanzitutto è il caso di idratare e nutrire la pelle su ventre, seno, cosce e glutei con prodotti cosmetici che assicurino un'azione elasticizzante ed emolliente. Un rimedio naturale per svolgere questa attività può essere l’olio di mandorle.

Come trattare le smagliature? Rivolgiti a noi

Hai notato l'insorgere di smagliature rossastre sul tuo corpo? Non aspettare che diventino biancastre e chiedi subito consiglio ad un esperto. Contatta Dermatologia Prati o vieni a trovarci in Via Cola di Rienzo 212, Roma.


Ultime

Terapia fotodinamica in daylight: di cosa si tratta

La terapia fotodinamica in daylight (DL-PDT) è una cura che utilizza la luce solare come fonte luminosa attivante il farmaco per il trattamento efficace delle cheratosi attiniche di grado lieve-moderato.

Si tratta di un metodo utile per prevenire i tumori della pelle causati dalla progressione della  cheratosi attinica. Scoprilo subito.

Invecchiamento della pelle: cronologico o fotoindotto?

L’invecchiamento della pelle non è uguale in tutte le aree del viso e del corpo. Le zone più esposte ai fattori ambientali – in particolare ai raggi UVA e UVB – reagiscono e invecchiano in maniera sostanzialmente diversa rispetto a quelle generalmente più riparate.

Scopri subito quali tipi di invecchiamento ci sono, da cosa dipendono e come intervenire.

Dermoscopia e lenti Dermlite: di cosa si tratta?

 

La dermoscopia (o dermatoscopia o epiluminescenza) è l’analisi delle lesioni cutanee tramite dermatoscopio. Il dermatoscopio è lo strumento che serve allo specialista per poter osservare meglio le strutture cutanee superficiali.

Scopri subito a cosa serve sottoporsi a una dermoscopia e perchè farlo.