Sei alla ricerca di informazioni sul fenomeno della caduta stagionale dei capelli?

In questa guida affronteremo insieme il tema della perdita di capelli in autunno e in primavera, analizzando le cause, i possibili rimedi e l'attività di prevenzione del disturbo.

In alcuni momenti dell'anno, non è difficile osservare i nostri capelli che cadono con un ritmo più veloce del solito. Questo fenomeno può colpire uomini e donne e si concentra nei mesi primaverili (aprile/maggio) e autunnali (settembre/novembre).

Vediamo ora quali possono essere le cause della caduta dei capelli stagionale e come tener testa a questo fastidioso disturbo.

Tutto quello che devi sapere sulla perdita dei capelli in autunno e primavera

Analizziamo subito cause, rimedi e cure della caduta di capelli in uomo e donna.

Diradamenti capelli: cause

Prima di addentrarci nel vivo del nostro discorso, analizziamo quali possono essere le cause della caduta stagionale dei capelli e in che periodo può concentrarsi.

Se sei già nella fase di panico per la caduta dei capelli, ti tranquillizziamo subito: nella stagione autunnale e in alcuni momenti dell'anno, l'intensificazione del fenomeno è del tutto normale, a meno che tu non soffra di particolari patologie.

Normalmente la perdita di circa 50-100 capelli al giorno viene considerata ordinaria. In alcuni periodi, si può arrivare a 150 capelli al giorno, ma questo non deve spaventarti: nella maggior parte dei casi, infatti, si tratta di una condizione fisiologica di ricambio, definita effluvio stagionale.

Questa tendenza si verifica perché l'essere umano conserva una caratteristica ancestrale tipica dei mammiferi: la muta.

La perdita di capelli stagionale è legata, appunto, ad una sorta di “rinnovamento” dovuto al cambio di stagione ed è una condizione del tutto temporanea e reversibile, che tenderà a scomparire nel giro di qualche settimana.

Consigli anti caduta

Per monitorare costantemente la salute dei tuoi capelli, ti consigliamo di seguire alcuni accorgimenti che ti aiuteranno a salvaguardare la tua chioma:

  • Evita i lavaggi troppo frequenti: lavare troppo spesso i capelli può portare ad un indebolimento dello scudo protettivo dei capelli, formato da un film idrolipidico che difende la fibra dalle aggressioni;
  • Non abusare di piastre e asciugacapelli: soprattutto nei periodi in cui i tuoi capelli sono più vulnerabili, cerca di evitare l'uso massiccio di piastre e asciugacapelli e controllane rigorosamente le temperature;
  • Cura la tua alimentazione: nelle fasi intensive di caduta dei capelli stagionale, è utile curare l'alimentazione, privilegiando frutta e verdura, pesci ricchi di Omega3, uova, latticini e legumi;
  • Utilizza prodotti specifici: se noti un diradamento della chioma legata alla stagione, puoi utilizzare appositi shampoo o balsamo anticaduta. Se hai problemi di forfora o cute grassa, però, è meglio chiedere un consulto dermatologico sui prodotti da utilizzare.

Perdita dei capelli stagionale vs patologica

Se, da una parte, la caduta dei capelli stagionale viene considerata una condizione fisiologica, è opportuno prestare attenzione nel caso in cui questa condizione continui a verificarsi nel tempo.

Come abbiamo detto, la perdita di 150 capelli al giorno in alcune fasi dell'anno viene considerato come un valore accettabile. Questo, però, se la caduta è uniforme su tutta la superficie. Se la perdita dei capelli si manifesta a chiazze, potrebbe trattarsi di una forma di alopecia, ed è dunque opportuno contattare tempestivamente uno specialista in dermatologia.

Se noti anomalie particolari nei tuoi capelli e se desideri un parere, rivolgiti al nostro Studio: ti aspettiamo a Roma, in via Cola di Rienzo 212.

Per ricevere ulteriori informazioni per la tua visita o ricevere un consulto a domicilio, inviaci una mail all'indirizzo info@dermatologiaprati o chiamaci allo 0645471658.


Ultime

Dermoscopia e lenti Dermlite: di cosa si tratta?

 

La dermoscopia (o dermatoscopia o epiluminescenza) è l’analisi delle lesioni cutanee tramite dermatoscopio. Il dermatoscopio è lo strumento che serve allo specialista per poter osservare meglio le strutture cutanee superficiali.

Scopri subito a cosa serve sottoporsi a una dermoscopia e perchè farlo.

Nei e melanoma: come distinguere un comune neo da uno a rischio

 

Nei e melanoma è un binomio in stretta correlazione, da monitorare continuamente perché è proprio nell’auto-esame della pelle e nell’individuazione di nei atipici che risiede la principale forma di prevenzione.

Pelle e inquinamento: come proteggersi

Noti la pelle più secca e più spenta? I tuoi capelli tendono a cadere? Sai che l'inquinamento ambientale condiziona la salute della pelle e dei tuoi capelli? Scopri subito come proteggerti e conosci più a fondo lo stretto legame che c'è tra pelle e inquinamento!